Logo Repubblica ItalianaM I N I S T E R O  D E L L ' I S T R U Z I O N E

Scritto da Lina Barone

L’accoglienza, nella scuola, non è un’attività straordinaria, legata all’eccezionalità di un momento, ma il primo passo di una pratica didattica ordinaria, fondata sull’ascolto e sulla collaborazione tra le diverse parti del patto educativo.

 

Accogliere significa fare in modo che l’altro stia bene. E voglio riprendere le parole impresse nello striscione, esposto per voi, all’ingresso della nostra scuola: “La Ciro Scianna vi accoglie con un sorriso”. E’ questo che io auspico per voi, che possiate essere contenti di venire a scuola ogni giorno. Infatti, come in un’orchestra, nella scuola ognuno deve trovare il suo posto, deve stare bene, deve essere valorizzato. Ciascuno di noi deve fare la sua parte e ciascuno è indispensabile.”

 

Così ha esordito la DS, prof.ssa Giuseppina D’Amico, rivolgendosi ai ragazzi riuniti nel cortile trasformato in un “giardino incantato”, durante la Festa dell’accoglienza, che si è svolta alla Ciro Scianna tra mercoledì 15 e venerdì 17 settembre.

 

La D.S., impegnatissima a riorganizzare la scuola in sicurezza e a garantire una didattica la più possibile ordinata, ha, in primo luogo, accolto le famiglie ricordando che, in questo delicatissimo periodo, tutti siamo responsabili e dobbiamo sentirci tali nei confronti degli altri e che dai comportamenti di ciascuno dipende la sicurezza collettiva.

 

"Tutti i nostri ragazzi, nei giorni dedicati all’accoglienza, vengono coinvolti in tantissime attività”, ha detto la preside, “Docenti e personale ATA collaborano sinergicamente per preparare l’accoglienza, in modo che i nuovi iscritti possano sentirsi a loro agio in un ambiente sereno e ospitale”.

 

Dolcissima Ludovica, un’alunna di terza, che rivolgendo ai nuovi compagni un messaggio di benvenuto li incoraggiava: “State sereni! La scuola è il luogo ideale per crescere umanamente e culturalmente. A scuola scoprirete che gli altri sono un dono, un’opportunità per costruire un dialogo, per conoscersi e apprezzarsi”. 

 

Carichi di emozione alcuni momenti solenni: il passaggio dello stendardo dai ragazzi di terza a quelli di prima e lesecuzione dell’inno della scuola e dell’inno di Mameli.

 

Coinvolgente la breve drammatizzazione del testo, scritto dalla prof.ssa Di Giacinto, “Una borraccia per il viaggio”, che richiamava, nella persona del Prof. Silente (il nostro prof. Carmelo Scibetta, grandioso interprete), il valore della scuola, della cultura e della formazione.

 

Appassionante la performance dei professori di strumento e di alcuni alunni della scuola, emozionante il lancio dei palloncini colorati sulle note dell’Inno alla gioia.

Un bellissimo cartellone, magnificamente riprodotto dalle prof.sse Paola Artale e M. Concetta Artale, “La scuola è…”, ha impreziosito la parete centrale dell’atrio della scuola.

A rendere festosa la giornata ci hanno aiutato i tamburinari coordinati dal prof. Baldone Francesco.

 

Che bella esperienza! E allora ragazzi…coraggio, ripartiamo!!!

 

La docente referente
Prof.ssa Rosalia Pecoraro

 

ozio_gallery_jgallery

Coronavirus e rientro a scuola

Leggi tutto...

Comunicazioni

Leggi tutto...

News ed Eventi

Scritto da Lina Barone

Festa dell'accoglienza - anno scolastico 2021-2022

Scritto da Lina Barone

Giornata del dialetto: "Rosa canta e Cunta" - Classe 2G

Scritto da Lina Barone

"A fotosintesi": connubio fra scienze e vernacolo

Leggi tutto...

PON

Leggi tutto...

Concorsi e Gare

Leggi tutto...

Prodotti degli alunni

Scritto da Lina Barone

Progetto Erasmus KA2 - The Castle - Il castello della Zisa

Scritto da Super User

Mostra virtuale di disegni - Corsi A-D-I e 1M

Leggi tutto...

Erasmus +

Leggi tutto...

Certificazioni linguistiche

Scritto da Lina Barone

20 anni dal Progetto Lingue 2000

Scritto da Lina Barone

Consegna Diplomi DELF PRIM

Bandi e graduatorie

Leggi tutto...

Link utili

Attestati e riconoscimenti

Torna su