Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Attività in videoconferenza: regole di comportamento

Comportamento in reteSi ricorda ai genitori che, anche nell’ambito delle attività di didattica a distanza, gli studenti sono tenuti a rispettare le norme previste in tema di privacy e le norme di comportamento.

Lo studente e la famiglia si impegnano, pertanto, a rispettare le regole comportamentali di seguito riportate:

  • l’utilizzo della piattaforma CISCO - continualascuola, ha scopo esclusivamente didattico;
  • anche nella formazione a distanza valgono le stesse regole dell’insegnamento in presenza: i partecipanti sono pregati di comportarsi in modo appropriato, rispettando le consegne del docente;
  • nel rispetto della normativa vigente sulla privacy, è assolutamente vietato diffondere foto o registrazioni relative alle persone presenti alle videolezioni. Il docente può decidere a propria discrezione di registrare la videolezione avendo accortezza di non riprendere gli studenti. L’utilizzo di questo materiale video, eventualmente messo a disposizione degli studenti da parte del docente, è consentito agli studenti solo come supporto per lo studio individuale. Non ne è consentita la pubblicazione;
  • non è consentito a terzi, a nessun titolo, l'utilizzo della piattaforma di didattica a distanza;
  • è consentito l’ utilizzo della piattaforma attivata per la formazione a distanza, solo ed esclusivamente per le attività didattiche della Scuola;
  • è vietato diffondere in rete le attività realizzate dal docente, con il docente e i compagni;
  • è vietato diffondere in rete registrazioni, fotografie o screenshot relativi alle attività di didattica a distanza.

Si precisa che, ai sensi dell’art. 2048 del codice civile, i genitori sono responsabili dei propri figli di qualsiasi fatto illecito per i quali si rendano promotori. Essendo la didattica online un servizio fondamentale che la scuola mette a disposizione degli studenti in questo periodo di emergenza, si raccomanda a tutti l’autocontrollo nell’uso degli strumenti informatici.

Netiquette

Di seguito sono elencate le regole di comportamento che ogni studente deve seguire affinché il servizio di piattaforma e-learning possa funzionare nel miglior modo possibile, tenendo presente che cortesia ed educazione, che regolano i rapporti comuni tra le persone, valgono anche in questo contesto.

  1. Poiché il servizio è uno dei mezzi di comunicazione tra il docente e lo Studente, dovrai accedere alla piattaforma con frequenza quotidiana.
  2. Se utilizzi un PC non esclusivamente tuo userai sempre il browser Google Chrome o Mozilla Firefox.
  3. Invierai, generalmente, messaggi brevi che descrivano in modo chiaro di cosa stai parlando; indicherai sempre chiaramente l’oggetto in modo tale che il destinatario possa immediatamente individuare l'argomento della mail ricevuta.
  4. Non inviare mai lettere o comunicazioni a catena (es. catena di S. Antonio o altri sistemi di carattere "piramidale") che causano un inutile aumento del traffico in rete.
  5. Non utilizzare la piattaforma in modo da danneggiare, molestare o insultare altre persone.
  6. Non creare e non trasmettere immagini, dati o materiali offensivi, osceni o indecenti.
  7. Non creare e non trasmettere materiale offensivo per altre persone o enti.
  8. Non creare e non trasmettere materiale commerciale o pubblicitario se non espressamente richiesto.
  9. Quando condividi documenti non interferire, danneggiare o distruggere il lavoro dei tuoi docenti o dei tuoi compagni.
  10. Non curiosare nei file e non violare la riservatezza degli altri compagni

Per ulteriori informazioni relative alle norme privacy si invita a consultare il link https://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9302778 in cui vengono fornite le indicazioni del Garante per la privacy pubblicate in data 30/03/2020, che afferma: “Le scuole e le università sono autorizzate a trattare i dati, anche relativi a categorie particolari, di insegnanti, alunni (anche minorenni), genitori e studenti, funzionali all’attività didattica e formativa in ambito scolastico, professionale, superiore o universitario (art. 6, parr. 1, lett. e), 3, lett. b) e 9, par. 2, lett. g) del Regolamento e artt. 2-ter e 2-sexies del Codice). In tal senso dispone la normativa di settore, comprensiva anche delle disposizioni contenute nei decreti, emanati ai sensi dell’art. 3 del d.l. 23 febbraio 2020, n. 6, che hanno previsto- per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche “in presenza” nelle scuole, nelle università e nelle istituzioni di alta formazione- l’attivazione di modalità di didattica a distanza, avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità (cfr. spec. art. 2, lett. m) e n), del d.P.C.M. dell’8 marzo 2020). Non deve pertanto essere richiesto agli interessati (docenti, alunni, studenti, genitori) uno specifico consenso al trattamento dei propri dati personali funzionali allo svolgimento dell’attività didattica a distanza, in quanto riconducibile – nonostante tali modalità innovative – alle funzioni istituzionalmente assegnate a scuole ed atenei”.

Circolare della Dirigente Scolastica n. 194